International Forum on Land Degradation, Soil Conservation and Sustainable Development, 2021 (LASOSU2021)

The 2030 Agenda for Sustainable Development, adopted by all UN Member States in 2015, provides a shared blueprint for peace and prosperity for people and the planet through the Sustainable Development Goals (SDGs). The goals call for a deep international collaboration for the understanding of the main global problems and the search of strategic solutions, giving great importance to environmental questions. In this regard, severe soil degradation (e.g. soil erosion) has become one of the most critical phenomena affecting the Earth’s surface. The International Forum on Land Degradation, Soil Conservation and Sustainable Development, 2021 (LASOSU2021) will be held on 21-23 August 2021, in Dalian, China, to provide an avenue for scientists to discuss pressing issues on soil loss facing our profession and society.

Sito web LASOSU2021:  http://meeting.dlut.edu.cn/meeting/index_en.asp?id=2710

Flyer LASOSU_2021_Session SS07

BENI NATURALI E SERVIZI ECOSISTEMICI | Riflessioni ed esperienze dal bando Capitale Naturale – Quaderno n.38

Il Quaderno 38 – BENI NATURALI E SERVIZI ECOSISTEMICI | Riflessioni ed esperienze dal bando Capitale Naturale è stato pubblicato nella collana Quaderni dell’Osservatorio di Fondazione Cariplo ed è scaricabile qui: https://urly.it/3c9kb.

 

Questo Quaderno raccoglie i contributi prodotti dalle persone coinvolte nella comunità di pratica della prima edizione del Bando Capitale Naturale della Fondazione Cariplo.
La comunità di pratica ha il duplice obiettivo di fornire sia un supporto alla realizzazione dei singoli progetti nella prospettiva dell’aiuto reciproco, sia uno spazio di sistematizzazione e diffusione di apprendimenti per la comunità allargata degli addetti ai lavori.
Nel corso del lavoro durato circa tre anni, i rappresentanti dei cinque progetti finanziati hanno approfondito e sviluppato i cinque temi di lavoro che hanno ritenuto più rilevanti per la loro attività:

  • la varietà dei Servizi Ecosistemici;
  • i pagamenti per i Servizi Ecosistemici;
  • la governance, lo sviluppo e la continuità dei progetti;
  • la rilevazione dei dati e le modalità di monitoraggio;
  • le forme e gli strumenti per comunicare l’evoluzione e i risultati di progetto.

Nell’affrontare i diversi temi, questa raccolta di riflessioni teoriche ed esposizione di casi studio concreti alterna inquadramenti teorici, analisi dei contesti di intervento, pratiche di monitoraggio, di valorizzazione del Capitale Naturale e costruzione di schemi di pagamento di servizi ecosistemici (PES).

Presentazione pubblica del Quaderno di Fondazione Cariplo dedicato agli esiti dei lavori della comunità di pratica del bando Capitale naturale 1.
L’incontro si terrà sulla piattaforma Zoom, giovedì 22 aprile 2021, dalle 10:30 alle 12:30.
Link per l’iscrizione: https://bit.ly/3sBlEgc
 

Manuale tecnico “Best Practices in Evaluation and Restoration of Degraded Mediterranean Environments”

Manuale Tecnico realizzato nell’ambito del progetto Erasmus+ ” LAND DEGRADATION AND REHABILITATION IN MEDITERRANEAN ENVIRONMENTS (LANDCARE)”.

Autori: Agustín Merino, Serena Doni, Niki Evelpidou, Teresa Ferreira, Ana I. García-Arias, Grazia Masciandaro, Patricia M. Rodríguez-González (Eds).

Ulteriori info disponibili anche su sito dell’Università di Santiago de Compostela da cui è possibile scaricare il Manuale.

REPORT AGENZIA EUROPEA dell’Ambiente sull’Economia Circolare

EEA Report No 26/2019

Il report “Resource efficiency and the circular economy
in Europe 2019 – even more from less” fornisce una panoramica e riporta i risultati di un sondaggio EEA del 2019 che ha coinvolto 32 paesi europei appartenenti alla EEA’s European Environmental Information and Observation Network (Eionet) . Esamina le politiche e gli approcci dei paesi europei per migliorare l’efficienza delle risorse.

Report “Strategic Green Infrastructure and Ecosystem Restoration – Geospatial methods, data and tools “

This report draws on a range of European-wide datasets, geospatial methods, and tools available for green infrastructure (GI) mapping. It shows how two complementary mapping approaches (physical and ecosystem based) and the three key GI principles of connectivity, multifunctionality and spatial planning are used in case studies selected in urban and rural landscapes; it provides guidance for the strategic design of a well-connected, multi-functional, and cross-border GI, and identifies knowledge gaps. GI mapping has been demonstrated to enhance nature protection and biodiversity beyond protected areas, to deliver ecosystem services such as climate change mitigation and recreation, to prioritise measures for defragmentation and restoration in the agri-environment and regional development context, and to find land allocation trade-offs and possible scenarios involving all sectors.

EU Science Hubhttps://ec.europa.eu/jrc

BIOINGENIERÍA FLUVIAL. Manual técnico para el ámbito cantábrico – Proyecto H2O Gurea

a cura di Paola Sangalli – Presidente EFIB (European Federation of Soil Bioengineering) con la collaborazione di collaborazione di tecnici del Servicio de Eco-nomía Circular y Agua del Governo di Navarra, dell’Agencia Vasca del Agua (URA) e del Consiglio provinciale di Guipúzcoa; tutti coordinati da GAN-NIK, nell’ambito del progetto H20 Gurea.

Download:

Progetto H2O GUREA